• Home
  • Casalecchio accordo bilancio 2019
  • Home
  • Casalecchio accordo bilancio 2019
170118_Documento.jpg

Casalecchio accordo bilancio 2019

Casalecchio, firmato ieri, 19 dicembre, nella sede municipale, l’accordo sul bilancio 2019 tra l’Amministrazione comunale e i rappresentanti territoriali delle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil.

Segnaliamo tra i punti forti dell’accordo:
- l’implementazione dell’offerta formativa con particolare attenzione al servizio nido e al coordinamento pedagogico di Unione;
- il potenziamento delle funzioni associate in Unione e una forte presa di posizione rispetto all’operato del governo nazionale;
- nessun aumento delle tasse, anche rispetto alla confusione generata dal ritardo con cui viene resa pubblica a livello nazionale la Legge di Bilancio 2019, e un impegno a rimodulare la tassazione entro il 2019 con particolare attenzione ai redditi da lavoro dipendente e assimilati;
- maggiori investimenti sul sociale, diritto il cui accesso a Casalecchio sarà sempre più garantito in chiave universalistica;
- potenziamento dei servizi alla persona (partendo dalle diverse forme di fragilità), con particolare attenzione alla morosità incolpevole e al problema della casa;
- incremento della lotta all’evasione e all’elusione fiscale, da cui si possono recuperare altre risorse da reinvestire sulle politiche sociali.

Dichiarazioni
Massimo Bosso, Sindaco di Casalecchio di Reno
“L’accordo firmato rappresenta la volontà di coinvolgere le forze sociali nelle scelte di bilancio per la città. Si condividono importanti aspetti quali l’elevato livello dei servizi ai cittadini, l’attenzione alle famiglie attraverso i servizi educativi e scolastici e il mantenimento di un forte investimento nei servizi sociali. Si conferma il metodo di costante confronto su temi progettuali, sul lavoro, sugli investimenti pubblici e privati per rafforzare assieme il coinvolgimento dei cittadini sulle scelte prioritarie per la nostra comunità”.

Gianni Monte, Cgil
“Casalecchio si conferma, ancora una volta, una porta d’ingresso strategica per il futuro degli investimenti e la tenuta dei diritti nel territorio metropolitano di Bologna. L’obiettivo è costruire una programmazione strutturata che, tramite la contrattazione confederale territoriale fatta con i sindacati, alzi il livello dei diritti e si faccia volano di uno sviluppo sostenibile. L’accordo sul budget 2019 conferma l’importanza decisiva della concertazione sociale per le donne e gli uomini che vivono in questa comunità.
Questa intesa, in sintesi, rimarca la centralità del ruolo del pubblico sia nella gestione dei servizi sia nel tratteggiare un’idea di società sicura ed accogliente, anche rispetto a scelte molto discutibili fatte dal governo nazionale”.

Alberto Schincaglia, Cisl
“La Cisl giudica estremamente positivo aver sottoscritto l’accordo di bilancio inserendo in particolare la clausola di salvaguardia che, in relazione all’approvazione della manovra finanziaria del Governo centrale, ci permetterà già a partire dal prossimo mese di gennaio di affrontare in maniera congiunta e condivisa l’eventuale assestamento di bilancio con particolare attenzione ai temi che nell’accordo sono stati confermati. Nello specifico, il valore della concertazione con i sindacati, la salvaguardia dei servizi alla persona ed in particolare ai soggetti più fragili, il contrasto alla povertà educativa madre di tutte le povertà e, in conseguenza di ciò, il rafforzamento dei servizi educativi e scolastici in favore di tutti gli utenti a partire dal segmento 0-6 anni. C’è l’impegno, anche attraverso la conferma dei tavoli di negoziazione individuati, di affrontare con forza il riequilibrio dei carichi fiscali favorendo i redditi da lavoro dipendente, assimilati e da pensione, così come ci sarà l’obiettivo di incentivare ulteriormente lo sviluppo dei canoni concordati per contrastare ‘'emergenza abitativa. Su tutto vale comunque il forte impegno comune a condividere un percorso di confronto con i sindacati che auspichiamo valga anche per la prossima amministrazione”.

Luciano Roncarelli, Uil
“Innanzitutto credo sia doveroso evidenziare che abbiamo condiviso con l’Amministrazione comunale Ie forti preoccupazioni per la situazione generale del Paese sul versante economico, sociale e occupazionale. Nonostante la crisi economica sia ancora presente in molti settori produttivi del nostro territorio, I’Amministrazione si è impegnata a creare un sistema di partecipazione negoziata finalizzato ad un modello di impresa che si basi prevalentemente sul esempio emiliano: attraverso una stretta concertazione con il Sindacato, imperniata soprattutto sull’anticipare gli obiettivi necessari per incrementare lo sviluppo lavorativo ed economico del nostro territorio. Altro fattore positivo è quello che, anche per il 2019, l’intero sistema tariffario non prevede nessun aumento per nessun servizio.
Oltre ad aver confermato in toto la volontà di discutere su tutti gli argomenti evidenziati dalle linee guida predisposte da CGIL - CISL - UIL in merito ai bilanci del 2019, credo sia importante sottolineare il progetto formativo Al lavoro non t’azzardare finalizzato soprattutto al contrasto del gioco d’azzardo in ambienti di lavoro.
Ultimo argomento che voglio rimarcare è quello relativo all’impegno che la l’Amministrazione si è assunta nel controllo gestionale delle strutture protette quali le Case Famiglia che operano sul nostro territorio, tutto ciò al fine di garantire adeguata assistenza alle persone anziane che vi risiedono.
Credo infine che sia opportuno sottolineare come la disponibilità alla concertazione degli argomenti trattati da parte delI’Amministrazione comunale sia la conferma che un corretto rapporto delle relazioni sindacali è importante per ottenere risultati positivi atti a risolvere problemi di carattere sociale, assistenziale, sanitario ed economico”.

 

Sito realizzato da
QuoLAB | Web Agency Bologna