170321_firma_2.jpg

Contratto Unionmecc.Confapi

Raggiunto lunedì 3 luglio, tra Fim, Fiom, Uilm e Unionmeccanica-Confapi, l'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale delle piccole e medie imprese metalmeccaniche. "Il rinnovo del contratto Unionmecanica è un altro importante traguardo raggiunto dalla Fim per la tutela dei lavoratori metalmeccanici della piccola e media industria. Segno che  anche in una fase di difficoltà economica,i rinnovi contrattuali possono essere raggiunti con proposte innovative con le quali la Fim già da tempo sta conducendo all'interno delle organizzazioni sindacali e delle relazioni industriali un importante ruolo di traino". Lo ha  detto il segretario generale Fim, Marco Bentivogli commentando l'intesa raggiunta tra Unionmeccancia e sindacati sul rinnovo del contratto delle Pmi metalmeccaniche .

"Importanti le innovazioni su sanità integrativa, previdenza complementare, benefici flessibili, diritto soggettivo alla formazione, tutela del potere d'acquisto dei salari, rilancio della contrattazione e della partecipazione organizzativa, tutela della salute, conciliazione vita lavoro", commenta il segretario Fim.

Tra le richieste dei sindacati che sono state raggiunte:
- l’avvio della sanità integrativa;
- il rafforzamento della previdenza complementare;
- il diritto soggettivo alla formazione professionale e il miglioramento del diritto allo studio;
- l’ampliamento delle misure di conciliazione vita-lavoro;
- la salvaguardia del potere d’acquisto dei salari;
- la tutela di salute e sicurezza;
- l’estensione della contrattazione su salario, condizioni di lavoro e welfare

Volantino CCNL CONFAPI Unionmeccanica

Sito realizzato da
QuoLAB | Web Agency Bologna