• Home
  • Demm Lettera aperta alle Istituzioni
  • Home
  • Demm Lettera aperta alle Istituzioni
170713-Demm.jpg

Demm Lettera aperta alle Istituzioni

DEMM: LETTERA APERTA ALLE ISTITUZIONI

Gentilissime Istituzioni tutte,
la situazione della Demm di Porretta Terme peggiora di giorno in giorno. Dopo una lunga stagione di lotte e trattative messe in campo per difendere questo stabilimento ed infine a seguito dell’accordo firmato a Luglio 2018 presso il MISE anche grazie al Vostro contributo, la prospettiva è tornata drammatica.
Oggi, a causa soprattutto dell’atteggiamento irresponsabile di questo governo, l’azienda rischia di fallire.

Gli ordinativi sono in forte calo con un peggioramento significativo rispetto a luglio 2018 (data di acquisizione). Nelle assemblee che si sono svolte nei giorni scorsi, oltre alle preoccupazioni riguardanti la condizione lavorativa, è emersa una fortissima indignazione nei confronti del governo, che viene giudicato latitante e inadempiente.

I lavoratori sono preoccupati e indignati perché, nonostante ripetute e insistenti richieste d’incontro (la prima risale al 17 Gennaio) al Governo e al MISE, sia da parte delle Organizzazioni sindacali sia da parte della Regione Emilia Romagna, - incontro di verifica per altro già previsto dall’accordo sottoscritto a luglio 2018 col precedente governo - nessuno ha ancora trovato né il tempo né la volontà di attivare un confronto serio e di merito.

E’ urgente mettere in campo tutte le iniziative necessarie per ottenere l’incontro al fine di prolungare di un ulteriore anno la Cassa integrazione, così come garantito dal precedente Governo, strumento necessario per garantire la sopravvivenza dello stabilimento.

Le Lavoratrici e i Lavoratori della DEMM nelle assemblee hanno deciso che, se entro la prossima settimana non dovesse arrivare la convocazione da troppo tempo richiesta, si recheranno con i pullman tutti al MISE per essere ricevuti.

Le Lavoratrici e i lavoratori chiedono pertanto di avere al loro fianco la Regione Emilia Romagna, la Città Metropolitana e i Sindaci dei territori dell’Appennino.

La giornata prevista per recarci tutti insieme al MISE è fissata per il 21 Marzo.

Quanto sta accadendo è inaccettabile. I lavoratori della DEMM pretendono rispetto!

RSU DEMM
Primo Sacchetti Fiom-Cgil Bologna
Marino MazziniFim-Cisl Bologna

Sito realizzato da
QuoLAB | Web Agency Bologna