170623_pensionati.jpg

Pensionati 14ema mensilità da 1/7

;

Anche quest’anno, dal 1° luglio, sarà corrisposta dall’INPS (che comprende anche gli ex enti previdenziali INPDAP, ENPALS, IPOST, INPGI) la cosiddetta “quattordicesima” in favore dei pensionati con almeno 64 anni compiuti e titolari di pensioni maturate come ex lavoratori dipendenti o ex lavoratori autonomi, percettori di redditi personali che complessivamente non superino l’importo pari a due volte il trattamento di pensione minima.

Nella Città Metropolitana i pensionati che riceveranno questa somma aggiuntiva dovrebbero essere quasi centomila; il condizionale è d’obbligo perché incredibilmente e in barba a qualsivoglia principio di trasparenza, dall’INPS non si riesce ad avere alcun dato in proposito.

Precisato ciò, va detto che per tutti gli aventi diritto quest’anno vi saranno due novità:
1. per tutti coloro che, essendo titolari di un reddito inferiore o pari a 752,83 euro lordi (9.786,85 su base annua), beneficiavano dell’istituto della quattordicesima già dal 2007, vi sarà un aumento del 30% dell’importo corrisposto, stabilito con l’accordo sindacale nazionale sottoscritto dalle Federazioni dei Pensionati e da Cgil, Cisl, Uil col Governo Renzi nel settembre 2016;
2.inoltre, col medesimo accordo, la platea dei beneficiari della “quattordicesima” è stata allargata anche ai titolari di redditi di importo sino a 1.003,78 euro lordi (13.049,14 su base annua).

Contrariamente a quanto avviene in genere per le maggiorazioni sociali, per l’attribuzione della quattordicesima si tiene conto solo del reddito personale del pensionato, pertanto l’eventuale reddito del coniuge o di altro famigliare in questo caso non viene cumulato.

L’INPS attribuisce il beneficio della quattordicesima automaticamente, sulla base delle dichiarazioni reddituali (i cosiddetti Modelli RED) acquisiti o da acquisire. Quindi, nel caso un pensionato in possesso dei suddetti requisiti non avesse mai presentato o avesse presentato in modo errato le sue dichiarazioni reddituali, deve necessariamente presentare una richiesta all’INPS, compilando ovviamente il modello RED.

I pensionati che compiranno i 64 anni di età tra il 1° agosto ed il 31 dicembre 2017 e che rientrano nei requisiti di reddito previsti, la quattordicesima sarà corrisposta sulla mensilità di dicembre del corrente anno.

L’accordo sindacale che ha portato a questo importante risultato economico per i pensionati a più basso reddito, che spesso in questi anni di crisi hanno comunque dovuto aiutare economicamente anche figli e nipoti, rappresenta un elemento di giustizia sociale fortemente voluto dalla nostra organizzazione dei pensionati Cisl e, i nostri uffici di Via Milazzo a Bologna, di Via Volta a Imola, come tutte le sedi Cisl presenti nei comuni del territorio metropolitano, sono a disposizione per chiunque avesse bisogno di informazioni e/o controlli sulle prestazioni pensionistiche.

 


Sito realizzato da
QuoLAB | Web Agency Bologna