Home » News » News » Ausl Imola criticità organico

Ausl Imola criticità organico


Pubblicato il: 20 Dicembre 2023
Nella categoria:

Puntualmente, come ogni ricorrenza, anche le criticità di organico in Ausl fanno capolino alla vigilia delle feste, certamente aggravate anche quest’anno dal picco di influenze registrato in queste settimane. Il problema è alla base, è la consueta “coperta corta” che comporta un sistematico ritardo rispetto alle dotazioni organiche da garantire.

Attualmente una forte defezione di personale nella Medicina A e B ha richiesto l’aiuto del personale di altri reparti di degenza per sopperire alle criticità, reparti che a loro volta sono già in difficoltà con il personale che deve garantire le sostituzioni. Di conseguenza lo spostamento del personale da un reparto all’altro comporta lunghe e salti di riposo nei reparti di provenienza. Se la coperta è corta si può tirare, ma corta rimane.

Tutto ciò in una condizione in cui, viste le criticità del periodo festivo invernale, nella stragrande maggioranza dei reparti di degenza non vengono programmate ferie in questo periodo, ma garantiti soltanto qualche giorno di recupero e di festività goduta.

Cogliamo l’occasione di evidenziare che le festività godute (festività che danno diritto ad un riposo compensativo) per dovere di equità e di garanzie di condizioni di vita-lavoro normalmente vengono gestite da turno in maniera equa, mentre constatiamo che per esempio nel reparto di ortopedia le festività godute non vengono garantite in maniera equa. Permangono situazioni di criticità che riguardano l’orario di lavoro, in alcuni reparti tra cui l’ortopedia è prevista una “fantasiosa” organizzazione delle presenze nella quale si sottoscrive che il personale in recupero ore non può in nessun caso allontanarsi da casa e nemmeno prenotare un viaggio perché a disposizione dell’azienda pur non essendo in pronta disponibilità.

Sono previste assunzioni di personale infermieristico dal mese di gennaio in avanti e nel frattempo?

Questa situazione di criticità del personale in Ausl avviene in concomitanza dell’apertura del Cau (Centro di assistenza urgenza) che a sua volta utilizzerà personale che era già assegnato in altri servizi.

Il Cau deve rappresentare un’opportunità in più per i cittadini, ma non a discapito degli altri reparti ospedalieri già in difficoltà. Non ci può essere un potenziamento dei servizi senza un potenziamento del personale.

Fp Cgil Imola
Cisl Fp
Uil Fpl


CISL AREA METROPOLITANA BOLOGNESE

Indirizzo: Via Milazzo 16  - 40121 BOLOGNA
Tel: 051 25 66 11
Email: ustm.bo@cisl.it ust.bologna@pec.cisl.it
C.F.: 80058950371