Home » News » News » Sanità che fine hanno fatto le assunzioni?

Sanità che fine hanno fatto le assunzioni?


Pubblicato il: 12 Marzo 2022
Nella categoria:

Sanità, siamo al paradosso: che fine hanno fatto le assunzioni??

Le assunzioni risultano fermate da procedure tecniche mentre apprendiamo di un piano da 1,7 milioni per l’acquisto di prestazioni dal privato, c’è qualcosa che non torna.

CISL FP denuncia il paradosso insostenibile che ancora si riscontra nelle aziende sanitarie metropolitane sul fronte delle assunzioni, da un lato infatti si dichiara pubblicamente che “non c’è alcun veto” sulla copertura del turn over e lo scorrimento delle graduatorie ma nella sostanza il personale nelle aziende sanitarie ancora non arriva.

Nel corso di recenti incontri sindacali le aziende sanitarie metropolitane riferiscono che la copertura del turn over e lo scorrimento delle graduatorie sono soggetti ad una procedura formale di autorizzazione che non ne consente l’attuazione immediata. Tutto ciò mentre molti reparti sono in affanno e viene fatto ricorso ai doppi turni e al salto riposo dei professionisti per assicurare i servizi e mentre ci sono graduatorie OSS pronte ad essere utilizzate ma di fatto ferme.

A oggi, da calendario annuale, dovrebbero essere programmate le ferie estive, un diritto irrinunciabile per tutti coloro che sono più di 2 anni che garantiscono il nostro “sistema Salute”. Proprio in questo momento ci saremmo aspettati quindi una accelerata sulle assunzioni alla luce del fatto che occorre recuperare tutte le liste di attesa delle prestazioni sospese per via del Covid e che sono di imminente attuazione i programmi relativi al PNRR. Al contrario apprendiamo di un piano da 1,7 milioni per l’acquisto di prestazioni dal privato, ci domandiamo: se c’è un tema legato alle risorse economiche a disposizione quali sono le vere priorità in questa fase? Perché non le assunzioni?

La carenza di personale non riguarda solo il personale sanitario ma anche quello amministrativo, è in fase di realizzazione un progetto di allargamento del servizio unificato che gestisce gli acquisti di beni e servizi per le aziende metropolitane, e che diventerà di area vasta, per il quale si necessitano almeno 7 unità di personale affinché sia realizzato. Ma anche qui tempi certi per i reclutamenti non ci sono.

Come CISL FP riteniamo insostenibile questa situazione e chiediamo che la programmazione delle assunzioni sia prioritaria rispetto ad altri progetti e attuata immediatamente, rispettando le intese sottoscritte a livello regionale a gennaio.

Cisl Fp Area metropolitana bolognese


CISL AREA METROPOLITANA BOLOGNESE

Indirizzo: Via Milazzo 16  - 40121 BOLOGNA
Tel: 051 25 66 11
Email: ustm.bo@cisl.it ust.bologna@pec.cisl.it
C.F.: 80058950371