Home » News » News » Illegittimo taglio ore mense Dussman Service

Illegittimo taglio ore mense Dussman Service


Pubblicato il: 8 Marzo 2022
Nella categoria:

Ora c’è una sentenza a decretarlo: è illegittima la decurtazione delle ore di lavoro, e di conseguenza del salario, subìta dalle lavoratrici dell’azienda Dussmann Service srl che opera nel settore della ristorazione e serve le caserme della Polizia di Stato di Bologna.

La riduzione del monte ore contrattuale operata dall’azienda Dussmann a scapito delle lavoratrici e dei lavoratori, che hanno visto ridursi fino al 50% la propria capacità di reddito, risale a giugno del 2020, a seguito del cambio appalto con la società uscente Gemeaz Elior.

Grazie al ricorso promosso da due lavoratrici, una delle quali delegata sindacale, assistite dalla Fisascat Cisl Area Metropolitana Bolognese e dall’avvocato Federico Rigosi, la vicenda è finita sul tavolo del Tribunale del lavoro di Bologna.

“In un settore caratterizzato da una forte prevalenza di lavoro femminile povero a causa del fenomeno del part-time involontario, i cambi appalto sempre più spesso diventano occasione per le aziende, al fine di ridurre il costo del lavoro, per precarizzare e impoverire ulteriormente la vita di lavoratrici e lavoratori. Questa sentenza, grazie anche alla determinazione delle due lavoratrici, rappresentano un passo avanti importante verso il rispetto delle clausole sociali previste dai contratti nazionali” evidenzia il sindacalista della Fisascat Cisl Area metropolitana Bolognese, Antonello Giuliana.

La sentenza, arrivata qualche giorno fa, ha riconosciuto il diritto delle lavoratrici a vedersi riconosciute le stesse condizioni contrattuali, normative e retributive applicate quando lavoravano con la società uscente dall’appalto Gemeaz Elior Spa. Inoltre, ha condannato la società Dussmann Service al risarcimento del danno in misura pari alle ore di lavoro perse a far data dal 1° giugno 2020. Infine, è stata dichiarata illegittima la clausola del contratto part-time laddove prevede che le lavoratrici possano essere soggette a differenti turni di lavoro senza indicazione di preavviso e senza indicazione degli stessi.

“Il taglio delle ore ha inciso pesantemente sui nostri bilanci familiari. La sentenza restituisce dignità al nostro lavoro e spero possa servire da esempio per altre lavoratrici e lavoratori che non dovrebbero mai rinunciare a lottare quando i loro diritti vengono calpestati” conclude la delegata sindacale Fisascat Cisl Ene Mariana Genoveva.


CISL AREA METROPOLITANA BOLOGNESE

Indirizzo: Via Milazzo 16  - 40121 BOLOGNA
Tel: 051 25 66 11
Email: ustm.bo@cisl.it ust.bologna@pec.cisl.it
C.F.: 80058950371